Il Conegliano Valdobbiadene è servito…

Scritto da Primavera del Prosecco
il giorno 22 gennaio 2018


Il Veneto è una delle Regioni con il maggior numero di prodotti tipici: essendo essa una terra ad alto carattere agricolo e con una storia alle spalle molto importante.

La provincia di Treviso in particolare ha molti prodotti a marchio, oltre al celebre Conegliano Valdobbiadene DOCG e agli altri vini della Primavera del Prosecco, ci sono per esempio la Casatella Trevigiana DOP, il Radicchio rosso di Treviso IGP, l’Asparago Bianco di Cimadolmo e l’Asparago di Badoere IGP, il Marrone di Combai IGP, e molti altri… A testimonianza non solo della tipicità e della tradizione storica della produzione di questi prodotti, ma anche dell’eccellenza qualitativa raggiunta, avendo ottenuto la riconoscenza a marchio certificato.

Molto diffusi sono attualmente anche i piatti cucinati con il Prosecco Superiore, che caratterizzano i menù dei nostri migliori ristoranti, affiancati ad altre ricette con il Radicchio di Treviso, gli Asparagi e molti altri prodotti di punta, oltre ai salumi, quali salami e sopresse.

Per coloro che vogliono riproporre anche a casa questi piatti, vogliamo proporre nel nostro blog alcune ricette per ricreare anche nelle vostre case un tipico pranzo trevigiano.

 

ANTIPASTI

Radicchio tardivo con soprèssa all’aceto

In questo antipasto il protagonista è il radicchio Rosso di Treviso IGP Tardivo, che in questo periodo dell’anno è il re indiscusso della tavola.

A renderlo particolare è la sua tipica coltivazione: i mazzi, dopo la raccolta vengono posti in vasche riempite con acqua corrente di risorgiva e una volta ottenuti i nuovi germogli, dopo circa quindici giorni, si procede con la fase di toelettatura, lavaggio e confezionamento.

Al radicchio viene affiancata in questa ricetta la Sopressa, salume da origini antichissime e fortemente legato al territorio in cui viene prodotto: è uno dei prodotti simboli della cultura contadina e popolare veneta e la sua preparazione varia da provincia a provincia.

 

Ingredienti per quattro persone
2-4 cespi di radicchio rosso di Treviso I.G.P. tardivo
4 fette di soprèssa
sale e pepe qb
olio extra vergine di oliva
aceto di vino rosso

Si prende il radicchio tardivo, lo si pulisce e lo si taglia a quarti. Lo si pone a cuocere su una griglia con piano antiaderente, aggiungendo un pizzico di sale e pepe, pennellando appena con un velo di olio extra vergine di oliva. Quando la verdura sarà appassita e appena dorata, si dispongono sul piano di cottura alcune fette di soprèssa, affettate spesse, che si lasciano rosolare rigirandole almeno un paio di volte. La cottura deve essere abbastanza veloce ma il calore non eccessivo. All’ultimo momento si bagnano radicchio e soprèssa con un’abbondante spruzzata d’aceto e si servono su piatti caldissimi, possibilmente accompagnati da fette di polenta.

(Ricetta di Gianluigi Secco, “Veneto da gustare”. Tratto da www.veneto.eu)

Vino in abbinamento: Colli di Conegliano Rosso Docg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *