VI Festival Musicale Internazionale Sulle vie del Prosecco: l’incontro tra Russia e Italia in onore della musica e del Prosecco

Scritto da Primavera del Prosecco
il giorno 17 giugno 2018


Da sempre il vino e la musica sono due delle passioni dell’uomo e nelle Colline del Conegliano Valdobbiadene, sei anni fa, è nato un Festival volto ad unire questi così importanti aspetti della vita, riempiendo di note quelle terre che sono fondamentali per dare vita al Prosecco e quelle perle architettoniche che dominano le stesse.

Il Festival Internazionale Sulle vie del Prosecco nasce quindi nell’estate del 2013 grazie alla visione del Comune di Conegliano e dei due direttori artistici Dmitry Grinchenko, originario di Mosca e già direttore generale del festival musicale internazionale di Sochi, e Alessio Pianca, coneglianese di origine, violinista, con esperienza nel management musicale a Mosca, New York, Milano e Modena.

Protagonista del Festival Sulle vie del Prosecco è il direttore e musicista Yuri Bashmet, definito dalla stampa internazionale come “uno dei massimi musicisti viventi al mondo”, fondatore e direttore dell’ensemble I solisti di Mosca e, nell’ordine, primo ambasciatore dei giochi olimpici invernali 2014, uno dei musicisti che ha fatto più concerti al Mondo e Cavaliere della Repubblica italiana.

Dal 2013 il Festival Sulle vie del Prosecco ha riscosso un notevole successo, sia di pubblico che di critica musicale, fino ad esser designato dal Ministero della Cultura russo, pochi mesi fa, come uno degli eventi principali dell’anno internazionale della cultura russa in Italia. Torna quindi nel 2018, da giovedì 21 a domenica 24 giugno, con quattro date a Conegliano e Vittorio Veneto.

Orchestra residente sarà l’ensemble I Solisti di Mosca, diretti dal maestro Bashmet, presente quindi in veste di direttore artistico e di direttore d’orchestra; durante il concerto inaugurale di giovedì 24 giugno nella Chiesa dei SS. Martino e Rosa a Conegliano, a essi si affiancherà l’Insieme Vocale Città di Conegliano e sarà eseguito in prima mondiale Il Concerto per flauto e orchestra di Richard Galliano, intitolato Jade Concerto, dedicato a Massimo Mercelli, solista del brano che sarà inoltre presente, insieme alla diciottenne violinista Valeria Abramova.

Un’ altra importante novità sarà la straordinaria collaborazione dell’ensemble russo con I Solisti Veneti diretti da Claudio Scimone, per la seconda data che si terrà nella location esclusiva del piazzale del Castello di Conegliano; protagonisti Yuri Bashmet alla viola assieme a Lucio Degani al violino, con la Sinfonia in mi bemolle K. 364 di W. A. Mozart.

Nella terza serata del 23 giugno avrà luogo il prestigioso concerto nel territorio vittoriese, precisamente al Castrum di Serravalle, eseguito da cinque violisti laureati dello storico concorso nazionale di violino italiano: Marco Fornaciari, Massimo Marin, Gabriele Pieranunzi, Giulio Plotino e Laura Bortolotto. Gli stimati violinisti si alterneranno nell’esecuzione del Tema e variazioni per violino e archi commissionato al compositore russo Kuzma Bodrov.

Il Festival si concluderà con il tradizionale concerto all’ Ex Convento di San Francesco nella giornata di domenica 24 giugno, che avrà come protagonista il trombettista di fama mondiale Sergei Nakariakov. Per coronare le serate all’insegna della cultura russa come ospite ci sarà inoltre Katerina Machalova che si esibirà alla domra, tipico strumento a corde russo.

Le prevendite sono già aperte sul circuito Vivaticket. Per maggiori informazioni consigliamo il sito del Festival.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *